Fabio Fognini e la vittoria che può fare da spartiacque
In evidenza

26 Aprile 2019 Autore  

Ogni buon appassionato di tennis sa bene che è molto raro poter esultare per la vittoria di un trofeo da parte di un tennista italiano. Differente è la questione per quanto riguarda il tennis femminile che negli ultimi anni ci ha regalato il Roland Garros di Francesca Schiavone, nel 2010, e lo Us Open di Flavia Pennetta, nel 2015. Proprio Flavia Pennetta è la moglie di Fabio Fognini che, parlando di appassionati di tennis, ma anche di semplici appassionati di sport, è molto conosciuto, soprattutto per la sua fama da testa calda.

fognini1

Una fama che Fognini si è costruito nel tempo, purtroppo. Oltre alle frequenti racchette spezzate possiamo annoverare nel curriculum del buon Fabio anche insulti ad arbitri o ad avversari. Ma questa è una storia che preferiremmo non dover raccontare e quindi cambiamo discorso. Perché Fabio è molto altro, è sempre stato dotato di un talento cristallino. Quando è in giornata esprime un tennis paragonabile ai top 3 del mondo. Su terra rossa, suo terreno naturale, forse è il migliore insieme a Rafael Nadal e Novak Djokovic per qualità di tennis. Quando è in giornata, perché lui è cosi. È capace di battere Murray come a Roma, nel 2017, trascinato dal pubblico per poi perdere con Zverev, che ora è fortissimo ma all’epoca era poco più che un esordiente, in una partita in cui sembrava addirittura infastidito da un pubblico che in realtà lo adorava.

 

Punto contro coric

Nonostante tutti i suoi difetti, però, è difficile trovare un italiano che non sia suo tifoso. Sarà per il suo fantastico talento, sarà proprio perché da buoni italiani ci ritroviamo anche nel suo carattere ma chiunque si ritrova davanti alla tv per vedere un match di Fognini inevitabilmente si lascia trasportare dalla partita e da un tifo scatenato per l’italiano. Nel suo palmares, prima di Montecarlo, poteva annoverare 8 titoli atp: 7 titoli 250 e 1 500. Il suo 2019 era iniziato molto male, fino a Montecarlo aveva raccolto 3 vittorie e ben 8 sconfitte. Anche il torneo monegasco non era partito in quarta, con la partita sofferta contro il giovane russo Andrey Rublev. Mano a mano che andava avanti il torneo, però, Fabio acquisiva fiducia. Prima il forfait di Simon, che gli è servito per rifiatare, poi la vittoria contro Zverev, attuale numero 3 del mondo, che ha dato consapevolezza, infine la semifinale contro Rafael Nadal, il padrone di casa con 11 vittorie all’attivo nel torneo, che ha consacrato il suo torneo. Nonostante i risultati, nessuno era tranquillo, visto che nella sua carriera Fognini aveva abituato a vittorie inaspettate seguite da sconfitte clamorose.

fognini2

Questa volta è andata diversamente. Sarà per la tranquillità familiare, erano con lui la moglie Flavia e il piccolo Federico, sarà perché voleva fare un regalo all’amata mamma, che avrebbe compiuto gli anni il giorno seguente, ma l’importante è che è successo. Il 21 aprile 2019 arriva il primo master 1000 vinto da Fabio Fognini, il primo in 43 anni di singolare maschile italiano. Prima di lui l’ultimo ad avere alzato un master 1000 fu Adriano Panatta, nel 1976 vincendo Roma, per far capire la portata dell’evento. Perché questo, alla vigilia del 32 anni, può rappresentare uno spartiacque nella carriera di Fabio ma, sopratutto, rappresenta un’ondata di passione per i più piccoli appassionati di questo sport. Le vittorie di atleti italiani, portano giovani ragazzi a voler praticare questo sport, ed è questa la vittoria più grande. Uno sport splendido come il tennis ha sempre bisogno di nuove leve e per questo ti ringraziamo, Fabio, e ci auguriamo che questo sia solo il primo di una serie di successi, perché sappiamo tutti che sono alla tua portata. Vai Fogna.

Francesco Di Rosa

Da quando è piccolo si barcamena tra la passione per i videogiochi e la passione, smodata, per il calcio. Capisce di essere affetto dalla malattia Inter fin dalla prima, sofferta, partita guardata. Ha fatto cronache e seguito il calcio regionale, quello più vero insomma. Ora scrive per le sue due passioni, se ne scusa.
 
Vuoi collaborare con ilCatenaccio? https://www.ilcatenaccio.it/contattaci oppure manda un messaggio alla nostra pagina Facebook
 

LASCIA UN TUO COMMENTO

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Chi siamo

Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo | Approfondimenti, statistiche, interviste, amarcord su tutto il calcio, italiano ed estero, e tutto lo sport! Ripartiamo in contropiede, dopo esserci chiusi e aver difeso, pronti ad andare in rete insieme a voi! Seguiteci per restare sempre aggiornati sul mondo dello sport!