NBA Playoff, che lo show abbia inizio
In evidenza

18 Aprile 2019 Autore  

Cronache Marziane. Di Ray Bradbury riprendiamo solo parte del titolo. Lui lo lasciamo sul comodino ma i contenuti fantascientifici preferiamo tenerli anche perché se non sono alieni, questi artisti del gioco ci vanno vicini. Ladies and Gents: eccovi servito un assaggio degli NBA Playoff.

Siamo a San Francisco. Un po’ di vento, qualche palma e tanta gente con occhiali da sole e camice a fiori. Dentro la Oracle Arena i campioni in carica conducono la sfida contro i LA Clippers di 31 punti. Il finale sembra già scritto: i Campioni vincono facile. E invece no. Patrick Beverley lotta come un leone e irrita gli avversari più di una mosca. Lou Williams e Montrezl Harrell, partendo dalla panchina, combinano per 51 degli ultimi finali 72 punti. Palazzetto ammutolito. I tifosi escono tristi. La serie, sull’uno pari, comunque continua a Los Angeles. Per ora aveva ragione il nostro Danilo Gallinari: “La nostra panchina è più forte”. Continuate a farci divertire.

IMG 20190418 WA0040

Ci sono tifosi e tifosi. E così è bene distinguere quelli che vincono da anni e che uscendo dal palazzetto si ritrovano mare e donzelle quasi in costume, da quelli che invece vedono la loro squadra perdere da anni e che ora sono invece affamati di vittorie: ogni riferimento è puramente indirizzato ai Philadelphia SeventySixers. Questi hanno inaspettatamente perso contro i Brooklyn Nets, giovani e aitanti. I tifosi non hanno perdonato e hanno lasciato vuoti gli spalti abbondantemente prima dello scoccare della sirena. I giocatori dei Sixers si sono fatti perdonare però in gara due quando hanno rifilato 145 punti alla squadra della Grande Mela. Mera fortuna? Non è lecito sapere, ma i Sixers, che hanno grandi aspettative, dovranno fugare qualsiasi dubbio.

IMG 20190418 WA0039

Non si è stati così bene, invece, in una delle nazioni più vivibili del globo: il Canada. Gara 1 è iniziata parecchio male: il tiro (quasi) allo scadere di DJ Augustin ha portato gli Orlando Magic in vantaggio nella serie. Ancora una volta in questi Playoff i favoriti si sono ritrovati dinanzi una squadra in grado di tirare fuori il coniglio dal cilindro. Dopo gara 1 sono stati molti gli interrogativi per i Toronto Raptors. Per più di qualche istante ci si è chiesti se il vero Leader fosse il camerunense Pascal Siakam anziché Kawhi Leonard, uno dei più forti difensori del gioco che in mano si è già messo l’anello del titolo 2014. Kawhi, ma a questo punto possiamo dire tranquillamente KaWow, ha zittito tutti con una prestazione a dir poco galattica: 37 punti, 4 rimbalzi, 4 assist. Ora si vola a Orlando: lì, oltre a Disneyland, ci sarà molto per cui stupirsi.

In Oklahoma sono già invece pieni di problemi: il bianconiglio indica l’orologio da taschino. Manca poco tempo. Una delle poche “contender”, gli Oklahoma City Thunder di Westbrook e Paul George, è sotto due a zero nella serie a causa di Damian Lillard e soci. Fra questi “soci” non c’è lo sfortunatissimo Jusuf Nurkic che solo poche settimane fa si è rotto la caviglia. Ebbene sì, Rocky non è solo un film. I Portland Trail Blazers non solo si sono rialzati dopo il suo infortunio ma ora stanno anche prendendo letteralmente a pugni gli avversari.

Le prossime sfide di queste squadre, e non solo, saranno cruciali, o fatali che dirsi voglia. Dipende dai punti di vista. Alcune vivranno un finale fiabesco ma altre sembrano essere già nell’inferno. Ma attenzione: basta solo un passo falso per trasformare una fiaba in una storia di cronaca nera. D'altronde è proprio questo il bello dei Playoff NBA.

COMMENTA PER PRIMO 134 VISITE
TAG
Raimondo Camponi

In realtà il mondo può essere più piccolo di quello che si possa pensare. Per gli amanti del basket americano NBA anche trenta metri per diciassette possono bastare. Se non siete della materia si fa sempre in tempo ad amare una schiacciata, un giocatore, una divisa o semplicemente una storia. Forse sarà l'aria di mistero che aleggia o la "pozza" atlantica che ci separa, ma questo sport vi piacerà! Parola del vostro Ray!

Vuoi collaborare con ilCatenaccio? https://www.ilcatenaccio.it/contattaci oppure manda un messaggio alla nostra pagina Facebook

Seguici su https://www.facebook.com/ilcatenaccio/

LASCIA UN TUO COMMENTO

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Chi siamo

Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo | Approfondimenti, statistiche, interviste, amarcord su tutto il calcio, italiano ed estero, e tutto lo sport! Ripartiamo in contropiede, dopo esserci chiusi e aver difeso, pronti ad andare in rete insieme a voi! Seguiteci per restare sempre aggiornati sul mondo dello sport!