0

Dialogo di un dirigente Lega Calcio e di uno ...

Dirigente – O grande Dio del calcio, Eupalla, ...
0

Dove lo festeggia il capodanno Nicolò Zaniolo?

Il 5 luglio 2017, quando Nicolò Zaniolo firmava ...
0

L'altra finale

Era l'estate del 2002 e mentre noi italiani ...
0
0

C’è ancora qualcuno che si stupisce?

Premessa doverosa: questo sarà un articolo ...

Gli occhi del Paride Tilesi

Gli spalti e il campo dello Stadio Paride Tilesi, ad Amatrice, ne hanno di cose da raccontare. Hanno visto neve e macerie, palloni e infermieri. Chiuso da quella maledetta notte del 24 agosto 2006, aveva aperto le sue porte solo per accogliere le strutture della Protezione Civile, della mensa, delle tende per chi sotto al terremoto aveva perso amici e famigliari oltre che la casa. Sergio Pirozzi, all’epoca sindaco di Amatrice e allenatore della Trastevere Calcio, aveva chiesto di ripartire anche da qui, dallo sport, dal calcio.

Amatrice, in campo è sempre festa: seconda promozione consecutiva
Le porte del Paride Tilesi sono state riaperte di nuovo a maggio, in primavera e non è un caso, e tra le tante cose da raccontare ora c'è anche una nuova vittoria, una nuova promozione. L'Amatrice Calcio ha vinto il campionato: è in Prima Categoria. Il pareggio contro il Cagis Castelnuovo, 2-2 con doppietta di Matteo Ciogli, è stato il primo risultato del nuovo impianto, inaugurato appena dieci giorni prima, il 4 maggio. 750 mila euro il costo dei lavori, finanziati dall'Istituto per il Credito Sportivo ma anche da società di Serie A come Milan, Torino, Lazio ed Atalanta. 30 i bambini della scuola calcio che ritrovano una casa, un campo e due porte. Per una rinascita che passa necessariamente anche attraverso lo sport.


Lo sanno bene i ragazzi, l'allenatore, lo staff e la dirigenza dell'Amatrice Calcio. Una settimana dopo il terremoto del 24 agosto 2016 si erano ritrovati nello smorzo del presidente Tito Capriccioli. Erano dei sopravvissuti. Erano calciatori. Senza campo, senza stadio, alcuni senza amici e parenti. "Dobbiamo continuare, per i vivi e per i morti". In Seconda Categoria non ci sono stipendi. Ci sono i chilometri, a volte superiori ai cento andata e ritorno, per andare agli allenamenti, ci sono i campi difficili, i calcioni, la palla lunga e pedalare. Gli undici scelti dal mister Bucci per la partita della storia erano tutti amatriciani, quasi tutti vivono nelle casette, i moduli SAE. Nelle categorie non ci saranno televisioni e ingaggi ma le vittorie sono autentiche, le senti davvero. Per l'Amatrice Calcio è la seconda promozione in due anni. E non si fermeranno di certo ora, il Paride Tilesi è tornato giovane. Ne deve ancora raccontare tante.

Amatrice, in campo è sempre festa: seconda promozione consecutiva

Internazionale

Altri sport

  • Se..BASTA!

    Siamo al giro 53 del Gran Premio di Germania valido per l’undicesima prova del mondiale 2018 e tutto quello che sembrava già scritto viene stravolto e capovolto. Sebastian Vettel, pilota…

    in Altri sport Read 1109 times
  • Scandalo Giallo

    Durante la tappa con arrivo all’Alpe d’Huez valida per il Tour de France 2018 e famosa per le imprese di grandi campioni del passato come il compianto Marco Pantani ci…

    in Altri sport Read 1133 times

Interviste

Amarcord

  • El Equipo Fantasma

    La Paz, la capitale amministrativa della Bolivia si trova a più di 3500 m d'altitudine, è la capitale più alta del mondo, fare sport ad un'altitudine così elevata non è facile per chi non ci è abituato, l'aria rarefatta riduce le capacità respiratorie e il pallone prendendo più velocità, assume…

    in Amarcord Read 459 times
  • Un Raggio di Luna sul derby

    La punizione con cui Kolarov ha squarciato barriera e derby, sabato scorso, è un raggio di luce sparato con una frattura al piede. È un raggio di sole al 71esimo, sessant’anni dopo un Raggio di Luna. Così chiamavano Arne Selmosson, l’unico, fino a sabato, a segnare un gol, con entrambe…

    in Amarcord Read 478 times

Chi siamo

Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo | Approfondimenti, statistiche, interviste, amarcord su tutto il calcio, italiano ed estero, e tutto lo sport! Ripartiamo in contropiede, dopo esserci chiusi e aver difeso, pronti ad andare in rete insieme a voi! Seguiteci per restare sempre aggiornati sul mondo dello sport!